Amalfi

Amalfi: Il Duomo

Una pittoresca trama di vicoli e scale, affacciata su un mare dai colori spettacolari, è il paesaggio che incanta arrivando ad Amalfi, la cittadina che dà il nome all’intera costiera. Dominata dal maestoso Duomo dedicato a Sant’Andrea, offre interessanti testimonianze del suo glorioso passato di Repubblica Marinara.

Cittadina le cui origini risalgono all’epoca romana e che affonda la propria tradizione e la propria vocazione nell’arte marinara, seppe arrivare addirittura a rivaleggiare per il dominio nel Mediterraneo con le ben più quotate Pisa, Genova e Venezia tanto che il suo Codice Marittimo di Amalfi – più noto come Tavole Amalfitane – ebbe grande influenza fino al XVII sec. e leggenda vuole che i suoi capitani impegnati in mare fossero stati addirittura gli inventori della bussola !

A pochi chilometri, si trova Furore una vera galleria d’arte contemporanea all’aperto con i caratteristici murales che affrescano case, edifici pubblici e piazzette. Tanti i percorsi da esplorare per entrare nel cuore di questa terra, con i colori ed i profumi intensi delle agave, dei fichi d'India, dei lentischi e del rosmarino. Ma Furore è nota soprattutto per il suo Fiordo, una visione inaspettata, spettacolare e suggestiva della forza della natura.

Amalfi è raggiunta dalle unità e dalle gite della Capitan Morgan con soste di circa 2 ore

 

Stampa