Isola di Capri

A differenza delle vicine Ischia e Procida, è di origine carsica. Inizialmente unita alla Penisola Sorrentina, fu successivamente sommersa in parte dal mare e separata quindi dalla terraferma, dove oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola. Presenta una struttura morfologica complessa, con cime di media altezza (Monte Solaro 589 m e Monte Tiberio 334 m) e vasti altipiani interni, tra cui il principale è quello detto di "Anacapri". La costa è frastagliata con numerose grotte e cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l'Impero. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi furono descritti da moltissimi scrittori e poeti.

Caratteristici sono i celebri i Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano uno spettacolare effetto scenografico e paesaggistico. L'isola conserva numerose specie animali e vegetali, alcune endemiche e rarissime, come la lucertola azzurra, che vive su uno dei tre Faraglioni. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d'India e ginestre.

I principali centri abitati dell'isola sono Capri, Anacapri, Marina Grande mentre l'altro versante marino di Capri, Marina Piccola, risulta meno abitato.

Famosa per la trasparenza delle sue acque, il pubblico d’elite che la frequenta, le sue notti fantastiche e per esser stata location di famosi film, offre ulteriori spunti di visita sia storici che naturalistici con ville, musei, giardini e la famosa “Piazzetta” dove nessuno potrà negarsi un attimo di relax.

Capri è raggiunta dalle unità e dalle gite della Capitan Morgan con soste tra le 6 e le 7 ore.

Si effettuano Charters & Noleggi per Escursioni personalizzate da 1 a 300 pax